Per valutare un divano di qualità, i dettagli sono tutto

Un divano di qualità è uno degli elementi d’arredo irrinunciabili nella composizione tipica di un salotto o di una zona living elegante e funzionale. L’estetica è importante, ma non è l’unica cosa che conta nell’ottica di voler arredare il proprio spazio relax: nella scelta è fondamentale valutare la qualità dei materiali, informarsi sulla durevolezza nel tempo e testare il comfort dei tessuti e dell’imbottitura.
Acquistare un divano bello ma scomodo è un vezzo inutile; acquistare un divano confortevole ma che non si intona con l’ambiente della propria è inutile.
Studiare la percezione dell’armonia visiva del divano all’interno del contesto abitativo, conoscerne a fondo le caratteristiche e le prestazioni, toccare con mano in prima persona la consistenza dei tessuti del prodotto e testarne la comodità: sono questi gli aspetti che permettono a Centro Mobili di fare la differenza nella selezione delle migliori marche di divano che vengono proposte ai propri clienti.

La scelta passa dalla struttura e dalla qualità dei materiali del divano

La qualità del divano parte prima di tutto valutando la qualità dei materiali che compongono il telaio interno del divano o della poltrona. I materiali devono essere altamente ammortizzanti e flessibili resistendo quindi alle sollecitazioni del peso senza però compromettere la comodità complessiva. Generalmente i divani che meglio sopperiscono a questo scopo sono quelli con ossatura portante in legno, materiale che garantisce anche maggiormente la tenuta del sistema di molleggio.
Per garantire la comodità e il sostegno del corpo, sia nella seduta sia nello schienale, è consigliabile che il molleggio costituito da un intreccio di cinghie elastiche ad alta resistenza, meglio ancora se integrati con nastri di fili di gomma ricoperti in tutta la loro lunghezza da una spirale in filo di nylon.

Comodità significa scegliere l’imbottitura su misura delle proprie preferenze

Una delle imbottiture maggiormente impiegate per far si che il divano raggiunga livelli di comodità elevati è l’imbottitura con sistema a molle.  
I cuscini di seduta realizzati in questo modo sono il must per chi desidera una soluzione di comfort per la schiena o la zona lombare.
Per quanto riguarda i cuscini decorativi, quelli più consigliati sono per quelli che presentano al loro interno un giusto ed equilibrato dosaggio tra piume d’oca e d’anatra. Meglio ancora se racchiusi in una fodera di cotone e in poliuretano a spessore differenziato.
Se si privilegiano invece sedute ancora più soffici esiste il memory foam, un innovativo poliuretano visco-elastico che si adatta perfettamente alle forme del corpo, aumentando la sensazione di relax.
Un materiale leggero, indeformabile e ad alta traspirabilità.

Rivoluzione compositive e personalizzazione dei tessuti: la qualità del divano si vede soprattutto dai dettagli

Le possibilità di combinazione e la personalizzazione dei dettagli dei divani selezionati da Centro Mobili sono infinte e permettono di arredare con stile e personalità qualsiasi ambiente della casa, da quello più moderno di design a quello dei salotti classici e tradizionali.

Generalmente, quando si pensa ad un divano si fa riferimento ad un sofà o ad una poltrona tradizionale a due o tre posti. Non si tiene conto che l’evoluzione dello stile e della tecnologia ha permesso a molti mobilifici di sviluppare nuove idee e soluzioni per rendere i divani completamente modulabili e personalizzabili sulla base delle proprie esigenze.
Pensiamo, ad esempio, al divano Fortyfive realizzato da Alberta: un modello a tavolino incorporato all’interno dello schienale con cuscini a cilindro che garantiscono una seduta confortevole e un accogliente rifugio per i momenti di relax.
Oppure, ancora, al divano Share di Twils che con i suoi bracciali pieghevoli e snodabili permette una completa disarticolazione del modello, conferendo la forma che preferiamo e adattandolo alla nostre esigenze di comodità.
Piccoli accorgimenti che lo rendono un trionfo di unicità.

Anche l’occhio vuole la sua parte. Ed è per questo che nel valutare accuratamente quali divani proporre alle propria clientela, Centro Mobili predilige unicamente i brand che hanno fatto della creatività e studio dell’innovazione dei tessuti il loro marchio di fabbrica.

Un esempio? Avete mai provato Pitagora di Alberta? Uno dei punti massimi di questo connubio tra creativo e funzionale raggiunto dalla casa di produzione italiana. Si tratta di un sistema modulare con linee morbide e cascanti in soffice cotone. La creatività? Sta nei contorni in tessuto colorate in contrasto cromatico che ne delinea e definisce le forme sinuose. Numero uno della comodità.

Oppure Link di Biba, la versatilità fatta a divano. Un modello chaise longue, conosciuta dai meno esperti come poltrona allungata. Ideale per il relax oppure come ampio angolo conversazione. Oppure perché no per entrambe le cose, chi può dirlo. Una composizione originariamente pensata per gli amanti del total white, ma in virtù di quanto detto prima, adattabile per ogni evenienza anche per gli amanti degli abbinamenti cromatici meno appariscenti, grazie ad un’ampia palette di fantasie colorate sui cuscini che vanno dal verde quadrifoglio al blu e grigio notte.

La qualità provata del tessuto oltre che attraverso le fantasie cromatiche è valutabile anche su specifici test tecnici di resistenza. Il “metodo di Martindale”, per esempio, viene impiegato da grandi marchi come Twils, Biba o Alberta per valutare il livello di resistenza all’abrasione, il pilling (cioè la formazione di “pallini” sul manto del divano), lo sbiadimento e la perdita di consistenza dei modelli a causa dell’usura del prodotto. Scegliere un marchio di qualità, come quelli precedentemente elencati, vuol dire quindi avere la certezza di acquistare un prodotto testato per durare nel tempo.

Vi aspettiamo presso la nostra esposizione nel nostro showroom a Godiasco Salice Terme, in provincia di Pavia!

Share

I commenti sono chiusi.